• info@italian-apartment.com
  • +39.06.94801485
  • Vendiamo I Vostri Immobili Italiani All'Estero
click to enable zoom
Searching...
We didn't find any results
open map
View Roadmap Satellite Hybrid Terrain My Location Fullscreen Prev Next
Advanced Search
Advanced Search

€ 0 to € 10.000.000

we found 0 results
Your search results

Vendere Casa senza Agenzia

Posted by Gianmaria.Delfino on 14/09/2015
| 0

Vendere Casa senza Agenzia è un desiderio di molti, riuscirci non è impossibile.

Ecco i consigli del notaio per Vendere Casa senza Agenzia, suddivisi per argomenti:

Comprare o Vendere Casa senza Agenzia è un passo importante e complesso e, affrontarlo da privati, ci spaventa perché sentiamo parlare di leggi, pratiche, consuetudini e norme che non conosciamo.

Vuoi Vendere Casa senza Agenzia?
Pubblica il Tuo Annuncio Ora, oppure visita il nostro portale: Italian Apartment

Come tutti i linguaggi specialistici (avete mai parlato con un primario d’ospedale?) quello immobiliare è difficile, per la maggior parte dei non addetti ai lavori, con tutta la terminologia tecnica, le norme giuridiche e fiscali che riguardano la casa.
La prima cosa da fare è informarsi bene e correttamente, per questo abbiamo posto le domande più ricorrenti sul processo di compravendita alla figura professionale più indicata: il Notaio.

1) I documenti della compravendita:

Tutta la documentazione necessaria per Acquistare o Vendere Casa senza Agenzia in tutta sicurezza.

2) La proposta d’acquisto:

Dopo aver raccolto tutta la documentazione preliminare, il notaio spiega in cosa consiste una proposta d’acquisto e in cosa si differenzia dal compromesso.

Normalmente l’offerta vincola solo l’acquirente. laddove il venditore non accetti nei termini, il proponente deve riavere indietro il denaro.
Nella prassi questo assegno viene mantenuto e depositato. Ricordo, però, che un assegno bancario garantisce il pagamento, o meglio, è suscettibile di protesto solo se viene incassato entro un certo lasso di tempo.

3) L’atto di compravendita:

Lo Stato fornisce una serie di servizi a pagamento. I registri immobiliari sono i luoghi fisici dove vengono registrati i passaggi di proprietà che avvengono in base ad atti notarili o a sentenze. La proprietà di un bene si vede in base alla serie continua di atti notarili che dicono che quel bene da Tizio è passato a Caio, poi è morto Caio, c’è stata l’accettazione dell’eredità, poi gli eredi hanno venduto alla società che poi si è fusa…insomma, ci deve essere la possibilità di ricostruire almeno per vent’anni la proprietà in base a questi atti pubblici.

I registri immobiliari tecnicamente si chiamano Agenzie del Territorio, ufficio della conservazione: le vecchie conservatorie dei registri immobiliari. A fianco alla conservatoria, lo Stato ha poi il Catasto, che è la collezione di tutte le piante dei fabbricati e anche le mappe dei terreni, di tutt’Italia. Questo ha un costo notevole anche perché necessita di essere costantemente aggiornata.

Il notaio svolge per conto dello Stato, gratis, il compito di esattore, rispondendo in prima persona delle tasse dovute. Rispondere in prima persona significa che se non si è fatto dare i soldi che lo Stato vuole per quel tipo di contratto, il notaio deve tirarli fuori di tasca propria. E questo non è coperto dalle assicurazioni. Ahimè, siamo una piccola Equitalia… Quasi tutti gli stati vedono nel trasferimento delle proprietà immobiliari un momento di manifestazione della ricchezza, e quindi da tassare. Lo Stato vede nell’atto del notaio il momento in cui andare a prendere quanto dovuto per i servizi svolti (registri immobiliari e Catasto), oppure per le imposte in relazione allo scambio di ricchezza. Il notaio, nel nostro sistema giuridico, è lo strumento più agile e funzionale per riscuotere i soldi.

Anche tu stai cercando di Vendere Casa senza Agenzia?
Pubblica il tuo annuncio su Italian Apartment

Compare Listings